744 intestazione

Serie 744

Carbonio e zolfo per combustione

Ridefinisci il modo in cui effettui la determinazione di carbonio e zolfo in metalli, minerali e altri materiali inorganici con la nostra serie 744. Grazie ai numerosi feedback dei clienti e a una progettazione innovativa, la serie 744 si avvale della nostra piattaforma software immersiva del marchio Cornerstone® e diverse funzionalità, come il design migliorato della cella IR e l'automazione, si combinano per aumentare l’usabilità e la produttività del laboratorio e ridurre il costo per analisi. 

  • Forno ad alta frequenza
    • La lancia di ossigeno integrata inietta nel crogiolo ossigeno ad alta purezza per favorire una combustione completa
    • Forno a induzione da 18 MHz, 2,2 kW per una combustione rapida e uniforme
  • Disponibili caricatori automatici da 10 e 60 campioni opzionali per ore di funzionamento ottimale
  • Il sistema di aspirazione ad alta velocità riduce la quantità di polvere e detriti
  • Design delle celle IR migliorato
    • La struttura a temperatura stabilizzata offre una maggiore protezione contro le fluttuazioni della temperatura ambiente
    • Il circuito ottimizzato di rilevamento e controllo dell'eiettore migliora la durata della cella IR e la stabilità a lungo termine

Applicazioni

La serie 744 è la soluzione ideale per le applicazioni indicate di seguito: acciai primari, minerali, metalli finiti, ceramiche e altri materiali inorganici.

Il sistema CS744 carbonio/zolfo è progettato per la misurazione ad ampio raggio del contenuto di carbonio e zolfo in metalli, minerali, ceramiche e altri materiali inorganici. Lo strumento presenta un software personalizzato progettato specificamente per le operazioni touch.

Un campione pre-pesato di circa 1 grammo viene bruciato in un flusso di ossigeno utilizzando l'induzione RF per riscaldare il campione. Il carbonio e lo zolfo presenti nel campione vengono ossidati in anidride carbonica (CO2) e anidride solforosa (SO2) ed eliminati dal vettore di ossigeno attraverso un reagente di essiccazione e quindi attraverso due celle a infrarossi di tipo non dispersivo (NDIR), dove lo zolfo viene rilevato come SO2. Il flusso di gas continua oltre un catalizzatore riscaldato, dove il monossido di carbonio (CO) viene convertito in CO2 e dove SO2 viene convertito in triossido di zolfo (SO3), che viene successivamente rimosso da un filtro. Il carbonio viene quindi rilevato come CO2 da un'altra cella NDIR. Viene utilizzato un regolatore di pressione per mantenere la pressione costante nelle celle NDIR, in modo da ridurre l’interferenza da variazioni naturali della pressione atmosferica. Il componente finale nel flusso è un sensore di flusso elettronico, che viene utilizzato a scopi diagnostici per monitorare il flusso del vettore.

Le celle a infrarossi di tipo non dispersivo si basano sul principio che CO2 e SO2 assorbono energia a infrarossi (IR) a lunghezze d’onda uniche all’interno dello spettro IR. L’energia IR incidente a queste lunghezze d’onda viene assorbita quando i gas passano attraverso le celle di assorbimento IR. La concentrazione di campioni sconosciuti è determinata in relazione agli standard di calibrazione. Per ridurre le interferenze dovute alla deriva dello strumento, prima di ogni analisi vengono effettuate misurazioni di riferimento del gas vettore puro.

« torna al menu dei prodotti

Serie 744 Dettagli

744

  • Modelli
    1. CS744 carbonio/zolfo

    1. C744 carbonio

    1. S744 zolfo

 
 
 
Altro in questa categoria: Serie 844 »
Powered by Translations.com GlobalLink OneLink Software